Informazioni e domande

Carta in assenza di fenoli

Cos’è?

I rotoli privi di FENOLI garantiscono la possibilità di lavorare in assoluta sicurezza. Questo nuovo tipo di carta garantisce una stabilità dell’immagine pari a 10 anni (in termini di corretta conservazione).

Cos’è il Bisfenolo?

Il Bisfenolo è una sostanza chimica usata nella produzione di materie plastiche in policarbonato (PC), resine epossidiche e altri materiali polimerici, nonché nella fabbricazione di alcuni prodotti cartacei (come la carta termica). Tale composto appartiene a un gruppo di sostanze chimiche potenzialmente in grado di interagire con i sistemi ormonali dell’organismo. La ricerca scientifica ha già abbondantemente dimostrato che l’eccessiva esposizione a queste sostanze può arrecare danni anche gravi alla salute umana.

A chi consigliare la carta termica senza fenoli?

A chi ne è in continuo contatto (in termini di uso prolungato), ovvero gli addetti alle casse dei supermercati.

A chi vende prodotti alimentari (panifici, salumerie, macellerie), che quindi hanno elevata probabilità di mettere in contatto la carta con l’alimento stesso.

Carta termica

Cos’e?

La carta termica è una speciale carta trattata con un’emulsione a base di sostanze sensibili al calore (modificanti), coreattivi (che permettono di scoprire la presenza di un altro elemento grazie ad una reazione chimica), pigmenti, sostanze coloranti.

Come funziona?

Il funzionamento di questo particolare tipo di carta è basato sul fatto che, all’attivazione del dispositivo di stampa, le testine si riscaldano, provocando la liquefazione del modificante, che fa sciogliere il coreattivo ed i coloranti, mescolandovi i pigmenti, per innescare il processo di stampa.

Quando usarla?

La carta termica più diffusa è quella che troviamo nei bar, nei negozi o nei ristoranti quando ci rilasciano lo scontrino fiscale. Inoltre, tale tipo di carta viene utilizzata anche in campo medico sanitario per stampare referti clinici o i trend di rilevazione di valori fisici.

Qual è la differenza tra carta termica protetta e non protetta?

Le carte termiche si dividono in protette e non protette. La carta termica non protetta è adatta quando la vita dell’etichetta è relativamente breve.

La carta termica protetta è una carta la cui resistenza ai raggi UV è molto forte. Difatti una carta con queste caratteristiche difficilmente ingiallisce anche a distanza di 2 anni dall’applicazione. L’uso di questa carta è adatto al settore alimentare, ed in tutti gli altri settori dove la vita dell’etichetta deve essere necessariamente considerata “lunga”.

Come posso scegliere il giusto formato di etichette?

Il consiglio che diamo è di ottimizzare al massimo gli spazi delle informazioni che si vogliono inserire nell’etichetta, una stampante di qualità vi consente di ottimizzare questi spazi.

Che cos’è l’etichetta in carta termica?

Le etichette in carta termica si stampano senza l’aggiunta di alcun supporto di inchiostrazione, come toner, ribbon a trasferimento termico, inchiostri.

Quali tecnologie sono usate per la stampa delle etichette?

Le tecnologie usate sono prevalentemente tre: termica diretta, trasferimento termico, laser.
La stampa termica diretta richiede etichette in carta termica. La stampa a trasferimento termico richiede carta a trasferimento termico. La stampa laser può utilizzare etichette in carta comune.

Che cos’è un’etichetta in carta a trasferimento termico?

Le etichette in carta a trasferimento termico necessitano, per essere stampate, di un ribbon per il trasferimento della cera o della resina sulla carta dell’etichetta. Il ribbon passa tra la testina termica della stampante e l’etichetta. La testina scaldandosi trasferisce la cera o la resina sull’etichetta rendendo la stampa resistente nel tempo. A trasferimento termico è possibile stampare  materiali speciali  quali  PVC , POLIESTERE, TNT, ACETATO TRASPARENTE.

Come posso invare l'immagine o logo da stampare?

Dopo aver compilato il modulo preventivo nell’area personalizzazione, puoi allegare o tramite modulo on-line o inviando una mail a info@dsdistribution.it, il logo o l’immagine da stampare sul rotolo o l’etichetta scelta. E’ preferibile che ci venga comunicato il tipo di bilancia o registratore di cassa che viene utilizzato, per un ulteriore consiglio da parte del reparto di competenza. Il supporto risponderà alla richesta nell’arco di 48hr.

Per le bilance Bizerba che tipo di etichette posso utilizzare?

I formati di etichette più comunemente utilizzate da chi possiede bilance BIZERBA sono 58×43 58×60 58×74. Per ogni informazione più specifica non esitare a contattarci, un esperto risolverà ogni tuo dubbio.

Come scelgo il ribbon?

Esistono quattro grandi famiglie di ribbon:

Ribbon in cera

Ribbon in cera 50% e resina 50%

Ribbon in resina

Ribbon in resina antigraffio
Il ribbon in cera è il più economico e va bene per tutte le stampe che richiedono soluzioni grafiche impegnative (caratteri molto piccoli, codici a barre molto compressi).

Il ribbon in cera 50% e resina 50% si adatta a stampe su carta dove si necessita di una certa indelebilità della stampa.
Il ribbon in resina si usa quando si deve stampare un materiale speciale oppure quando su carta c’è bisogno di indelebilità assoluta.
Il ribbon in resina antigraffio si usa quando è necessaria una caratteristica di indelebilità anche all’abrasione, agenti chimici, intemperie.


Racapito:

Chiedi consiglio per:

Inserisci il nome/codice della bilancia o registratore di cassa che si utilizza (facoltativo):

Feedback


Dicono di noi

  • Materiale ottimo e servizio eccellente. Grazie

    Panificio Il vecchio fornaio – Tolve (PZ)
  • Sempre disponibili e cordiali, prodotti di ottima qualità.

    Marco
  • Ampia scelta di prodotti e qualità ai massimi livelli. Consigliatissimi!!!

    Stefano
  • La professionalità del loro team di supporto è notevole. I loro consigli mi hanno permesso di ottenere il miglior risultato possibile.

    Costantino